Volley maschile A2 – Atripalda, che colpaccio! Battuto Segrate al tie break

Volley maschile serie A2- Una befana dolce per mister, squadra, dirigenza e tifosi. Nella calza dei colori biancoverdi c’è l’impresa. Al Del Mauro la (ex) capolista Segrate cede il passo alla Sidigas. Sovvertiti tutti i pronostici. Lorenzoni trova i giusti equilibri per affrontare la corazzata lombarda affidandosi a Paris in regia, De Paula opposto, D’Avanzo e Cuomo centrali, in banda con Nemeth c’è capitan Bruno, libero Coppola. Formazione tipo per Segrate: Fabroni in regia Van Den Dries in diagonale, Alletti e Braga a centro, Baranek e Botto martelli, Pesaresi libero. Il primo tempo tecnico che Atripalda chiude in vantaggio 8-7 è solo il preludio di una gara equilibrata nonostante si tratti di un testacoda e 34 punti dividano le due formazioni in classifica. La Sidigas batte decisamente meglio, riceve ottimamente e un Paris sempre più ispirato trova in De Paula (top scorer con 30 punti) e Nemeth dei terminali offensivi inarrestabili. Sull’1-0 il pubblico stropiccia gli occhi e per la prima volta dall’inizio dell’anno incita i propri beniamini chiamandoli per nome. E cosi q uando Segrate nel secondo set prova a replicare portandosi in vantaggio 4-10 la Sidigas non molla. Bruno dirige l’orchestra in campo, la Sidigas stringe i denti e rimonta punto dopo punto. Segrate soffre e Ricci chiama Canzanella in campo; lo schiacciatore campano sembra a suo agio al Paladelmauro e i gialloblù al secondo riposto conservano un punto di vantaggio 15-16. Il finale è un punto a punto con Atripalda che insegue fino a che Lorenzoni non decide che è il momento di giocarsi nuove carte: dentro i martelli Gallotta e David; Atripalda cambia pelle ma non testa, sul 24-23 David alla sua prima al Paladelmauro mura Van Den Dries è Atripalda si porta 2-0. Un parziale da pochi immaginabile alla vigilia. Nel terzo set come era logico attendersi Segrate reagisce ma la Sidigas tiene botta. Poi diventa protagonista il nervosismo, alimentato da errori arbitrali che stavolta, a differenza del passato, penalizzano entrambe le formazioni. Nel caos emerge l’esperienza di Fabroni e compagni, Atripalda quasi appagata inizia a cedere qualcosa in ricezione e Segrate con merito conquista terzo e quarto parziale. Da segnalare Si va al tie break e i biancoverdi ribadiscono la serata di grazia. Cuomo e D’Avanzo murano e mettono a terra palloni. Rispondono Van Den Dries e Alletti, migliore dei suoi, ma la Sidigas per due volte ha in mano il match point. Nel finale è Bruno con una grande difesa a dare il là alla conquista del match, De Paula manda in visibilio il pubblico. Grande festa a fine partita. L’impresa è compiuta. Atripalda lascia l’ultimo posto in classifica a Reggio ma la strada è ancora lunga e domenica la conduce a Loreto. SIDIGAS ATRIPALDA – VOLLEY SEGRATE 1978 3-2 (25-20, 25-23, 18-25, 21-25, 17-15)

About The Author

Related posts