Sassuolo Torino: 5 motivi per cui i granata devono vincere

Sassuolo Torino: 5 motivi per cui i granata devono vincere

SASSUOLO TORINO: DOMENICA SI RIPARTE – Il campionato del Torino riparte dal Mapei Stadium di Reggio Emilia, dove i granata chiuderanno un girone d’andata che è già record. Per la formazione sabauda il successo sarebbe fondamentale essenzialmente per cinque ragioni.

SASSUOLO TORINO: 5 MOTIVI PER CUI I GRANATA DEVONO VINCERE:

1) Come abbiamo già detto qui, quest’anno la quota per l’Europa League sarà verosimilmente più elevata rispetto al passato. Pertanto, perdere punti per strada potrebbe rivelarsi assai compromettente per la rincorsa alle squadre davanti, visto che avranno tutte impegni piuttosto agevoli. C’è un’oggettiva esigenza di ottenere il bottino pieno.

2) Dopo lo storico piazzamento europeo della stagione passata, il campionato del Sassuolo sta andando nel peggiore dei modi, con un crollo che in ben pochi avrebbero pronosticato. Sedicesimo posto in classifica e quarta peggior difesa, con 33 gol subiti (il tridente granata ha quindi la possibilità di esaltarsi). Attenuante non da poco per Di Francesco sono le ripetute e pesanti assenze che stanno caratterizzando la stagione dei neroverdi, visto che ci sono interi reparti letteralmente dimezzati. Non riuscire a vincere contro una formazione così falcidiata da problemi sarebbe un brutto segnale.

3) Palermo e Crotone. Questi gli unici successi del Torino in trasferta. I numeri confermano come si tratti di una lacuna che sta compromettendo in negativo il (comunque ottimo) cammino della squadra di Mihajlovic. E’ una tendenza che va assolutamente migliorata, a maggior ragione su uno dei campi oggi più abbordabili.

4) L’ultima (ed unica volta in Serie A) in cui il Torino ha espugnato il Mapei Stadium, i granata hanno centrato una storica qualificazione europea. Anche solo per la scaramanzia, può essere un buon motivo per provare in tutti i modi a trovare il successo in quel di Reggio Emilia.

5) Al netto dei risultati – a volte buoni e a volte meno buoni -, il Torino non ha chiuso il 2016 con prove brillanti. Anzi, le gare sono state vinte più per inerzia che non per altro, è stata semplicemente sfruttata la maggiore qualità tecnica dei propri interpreti. Contro una squadra che subisce molto come appunto quella di Di Francesco, i tifosi sperano di rivedere il Toro divertente di qualche mese fa.

About The Author

Related posts