Basket, Serie A: i risultati della settima giornata di campionato

Basket, Serie A: i risultati della settima giornata di campionato

I RISULTATI DELLA SETTIMA GIORNATA DI CAMPIONATO – Settima giornata di serie A all’insegna dello spettacolo e ricca di risultati importanti, alcuni per certi versi sorprendenti.

Uno dei big match di giornata era sicuramente quello tra Avellino e Reggio Emilia, terminato con la vittoria degli uomini di coach Menetti in trasferta per 86-81. Reggio si aggiudica una partita equilibrata e che ha subito lo strappo decisivo solo nel terzo quarto, salendo a quota 12 punti e confermandosi principale candidata al ruolo di anti-Milano. Fondamentali le prestazioni di Della Valle (22), dell’ex Cervi (17+9), punzecchiato dai tifosi locali per tutto l’incontro, Aradori (17+7) e Needham (13). Agli irpini non basta la strepitosa prova di Green (27+6+8), in doppia cifra anche Ragland (13), Randolph (12) e Fesenko (10+8).

La Reyer soffre per più di metà partita ma ha la meglio su una coriacea Pistoia per 74-62 grazie alle prove di Haynes (12), Ejim (13+10), Bramos (10) e Tonut (12). I lagunari danno così continuità al successo di Champions League e salgono al quinto posto in classifica. Tra gli uomini di Esposito bene Lombardi (15), Petteway (14) e Moore (10), non sufficienti però a completar l’impresa in trasferta.

Brescia respira battendo a domicilio una Brindisi ancora troppo discontinua: finisce 91-83 per la Germani Basket, che evita di ritrovarsi all’ultimo posto. Da sottolineare nella Leonessa le prove di Landry (25), Moss (19 e tanta malizia difensiva), Moore (14+9) e Vitali (10 punti e 9 assist). Molto bene M’Baye (25), Scott (18), English (15) e Joseph (13) nelle file di Brindisi, ma non sono supportati adeguatamente dalla panchina.

Cantù non riesce a trovare l’antidoto alla propria crisi e ne approfitta una solida Caserta, che grazie all’83-82 del PalaDesio sale al quarto posto in classifica. Watt (22+6) si conferma cecchino implacabile, Sosa (18+14 assist) fa girare la squadra a meraviglia ed è freddo nei momenti cruciali; buona prova anche di Cinciarini (15). Pilepic (23) e Waters (18) si confermano i due più in palla di coach Kurtinaitis in questo inizio di stagione, Lawal (14+10) e Johnson (15+10) lavorano bene sotto le plance ma l’ingiustificata assenza della panchina frena le velleità dei canturini.

Si riscatta dopo alcune prestazioni opache Varese, che sbanca il campo di Pesaro per 87-83 al termine di una partita molto combattuta e che ha vissuto continuamente di strappi. Avramovic (21) ed Eyenga (19) si confermano i trascinatori della Openjobmetis, Anosike (10) e Campani (10) completano il quadro dei biancorossi in doppia cifra. Grandissime prove di Jones (27) ed Harrow (21), coadiuvati da Thornton (11), ma non bastano ai padroni di casa.

Il PalaFantozzi è fortino quasi inespugnabile e se ne accorge Cremona, che con la sconfitta contro Capo d’Orlando (79-76) scivola all’ultimo posto in classifica in solitaria. Un grande Iannuzzi (19) è il top scorer di giornata, ma gira bene tutta l’Orlandina che ha 13 punti da Delas, 11 da Fitipaldo, 10 da Diener e 10+9 da Archie. Cremona ruota solo otto uomini, gode delle buone prestazioni di Holloway (24), Turner (15), Thomas (12+11) e Mian (11) ma arriva con il fiato corto nel momento decisivo della partita e paga la stanchezza.

Emozioni anche  nell’altro big match di giornata: Milano non conosce sconfitta e regola anche Sassari al Forum per 86-77. Con Hickman a riposo per la rotazione degli stranieri, la scena se la prendono Raduljica (17), Dragic e Sanders (16), mentre Simon (11+8 assist) e Gentile (13+6 assist) si mettono intelligentemente al servizio della squadra. Uno straordinario Johnson-Odom (25 punti e tanta qualità) non basta alla Dinamo, Lydeka (15+7) e Stipcevic (11) gli unici altri due atleti in doppia cifra. Milano mantiene saldamente la testa della classifica grazie ad un cammino immacolato (7-0 il record), Sassari subisce un battuta di arresto tutto sommato preventivabile ma non esce dalla zona playoff.

Il posticipo del lunedì ha regalato  la prima vittoria in trasferta a Torino, che batte a domicilio Trento: finisce 70-74 per l’Auxilium, punteggio che condanna alla terza sconfitta consecutiva la Dolomiti Energia. Partita da urlo di Washington (21+10), vero leader di questa squadra, bene anche Alibegovic con le sue triple (13), White (14+10) e Wright (8), che riscatta un inizio di partita fortemente negativo grazie ad alcuni canestri decisivi nel finale. In doppia cifra per Trento Lighty (11), Hogue (12), Flaccadori (12) e Moraschini (10), sottotono la prova di Jefferson.

Ecco il quadro dei risultati della settima giornata di campionato.

Avellino – Reggio Emilia 81-86 (16-18, 33-37, 53-65, 81-86)

Venezia – Pistoia 74-62 (16-19, 28-37, 47-49, 74-62)

Brindisi – Brescia 83-91 (22-23, 45-42, 63-65, 83-91)

Cantù- Caserta 82-83 (28-24, 46-41, 59-53, 82-83)

Pesaro – Varese 83-87 (13-17, 30-38, 54-58, 83-87)

Capo d’Orlando – Cremona 79-76 (21-18, 31-28, 56-48, 79-76)

Milano – Sassari 86-77 (24-20, 42-39, 70-61, 86-77)

Trento – Torino 70-74 (17-15, 29-34, 52-51, 70-74)

About The Author

Aspirante giornalista ed aspirante ingegnere, preferisco Drazen Petrovic alla legge di Fick e i fade away agli integrali di linea. Su Dotsport mi occupo di basket e occasionalmente di calcio.

Related posts