Formula 1, ritiro Massa: obrigado por tudo Felipe!

Formula 1, ritiro Massa: obrigado por tudo Felipe!

RITIRO MASSA – IL SUO ULTIMO GP CASALINGO

Come annunciato già da qualche tempo, la stagione che si appresta a concludersi sarà l’ultima in Formula 1 per Felipe Massa, che con gli ultimi tre anni passati alla Williams chiuderà la sua carriera nel Circus. Il weekend brasiliano di Interlagos, penultimo appuntamento stagionale, vedrà quindi l’amato beniamino di casa particolarmente sotto i riflettori, attirando l’attenzione forse ancor più della lotta per il titolo fra Hamilton e Rosberg.

Per Felipe sarà l’ultimo Gran Premio corso “in casa” e sicuramente domani in pista le emozioni saranno forti, con l’obiettivo di voler dare ai suoi tifosi la soddisfazione di una grande gara, prima del ritiro definitivo domenica 27 ad Abu Dhabi, ultimo appuntamento della F1 per il 2016.

RITIRO MASSA – UN DOVEROSO GRAZIE

La Formula 1 saluta quindi un grande pilota, ma ancora prima un grande uomo. Felipe Massa infatti rappresenta la bellezza delle corse e la bellezza del mondo dei motori perché, da buon brasiliano, ci ha messo sempre il cuore. Forte l’amore che i tifosi hanno sempre nutrito per lui: non solo quelli brasiliani, ma anche e soprattutto quelli italiani, che in Felipe hanno visto un pilota innamorato della Ferrari ma anche dell’Italia.

Per questo un enorme grazie è doveroso nei suoi confronti, dopo 8 anni passati a Maranello: Massa è infatti il secondo pilota nella storia per numero di stagioni passate al volante della Rossa e per numero di Gran Premi disputati, 139 (primo un certo Michael Schumacher). Per i tifosi della Ferrari è ancora vivo il ricordo del suo arrivo dalla Sauber nel 2006 per sostituire il connazionale Barrichello, la sua prima pole nel GP di Turchia di quell’anno alla quale seguì anche la prima vittoria, così come il traguardo di miglior pole-man nel 2007 con 6 pole position al pari di Lewis Hamilton, in una stagione in cui Felipe fu un aiuto prezioso e un grande uomo squadra contribuendo alla vittoria del Mondiale da parte del compagno Kimi Raikkonen.

RITIRO MASSA – LA FORZA DEL PILOTA

Una chance per il Mondiale ce l’ha avuta anche lui, in quella sfortunata stagione del 2008 in cui Felipe ha perso il titolo proprio in casa sua, in Brasile, nonostante una vittoria risultata purtroppo non sufficiente e che tutti ricordiamo fin troppo bene. Un duro colpo per Felipe, seguito, l’anno successivo, dal grave incidente accadutogli all’Hungaroring durante la seconda sessione di prove libere, nella quale Massa viene colpito alla testa da una molla pesante circa 800 grammi, staccatasi dalla Brawn GP del connazionale Rubens Barrichello: operato, per fortuna senza conseguenze, il brasiliano viene sostituito per il finale di stagione da Giancarlo Fisichella.

LEGGI ANCHE: “FELIPE MASSA E QUEI 38″ DA CAMPIONE DEL MONDO”

Momenti difficili nei quali però Felipe ha dimostrato una gran forza e un gran cuore, tornando in pista nel 2010 più deciso che mai, concludendo la sua esperienza in Ferrari nel 2013 purtroppo senza vincere mai il Mondiale.

RITIRO MASSA – I SUOI NUMERI

Nonostante ciò la carriera di Felipe merita un plauso, grazie a numeri importanti. 14 stagioni in F1 (di cui 8 alla Ferrari oltre le 3 alla Sauber e le 3 alla Williams), i già menzionati record raggiunti con la Rossa, 11 vittorie, 16 pole, 41 podi, 15 giri veloci e 249 GP (che domani diventeranno 250 e ad Abu Dhabi 251).

Numeri che parlano da soli per una carriera che dice altrettanto. A prescindere dal tifo, domani tiferemo tutti per te. Obrigado por tudo, Felipe! 

About The Author

Appassionato di calcio fin da bambino, ma oltre che per il pallone ho il cuore in gola anche ad ogni partenza di un GP di Formula 1. Enjoy DotSport!

Related posts