Napoli-Lazio amarcord: il bel gesto di Klose e il tris di Cavani

Napoli-Lazio amarcord: il bel gesto di Klose e il tris di Cavani

NAPOLI-LAZIO AMARCORD

Le gare tra Napoli e Lazio al ‘San Paolo’, quasi sempre, hanno regalato gol ed emozioni a raffica. Basti pensare che negli ultimi nove precedenti a Fuorigrotta sono stati segnati 33 gol totali. Quasi 4 a partita, insomma. In questo nostro appuntamento amarcord, sarebbe troppo facile celebrare il 4-3 del aprile 2011. La gara di cui andremo invece a parlare è quella del 26 settembre 2012.

KLOSE PERDONA, CAVANI NO

E’ la quinta giornata della stagione 2012/2013. Si affrontano due squadre in salute: il Napoli ha 10 punti, la Lazio 9. Entrambe nutrono ambizioni di alta classifica. Assolute, quelle degli azzurri di Mazzarri che puntano allo scudetto. Fondate, quelle dei biancocelesti con Petkovic che ha avuto un impatto assai positivo sul campionato.

La gara promette spettacolo, anche alla luce del pari della Juventus Firenze di 24 ore prima. Chi vince, si lancia all’inseguimento dei bianconeri. E così è: pronti via, e gli ospiti vanno in vantaggio. Klose insacca, tra le proteste di tutta la squadra azzurra. Il replay spiega chiaramente perché: l’attaccante tedesco ha anticipato De Sanctis con la mano. Ed infatti, da grande campione qual è, ammette la scorrettezza. La gara prosegue, per circa un quarto d’ora, sui binari dell’equilibrio e con vari capovolgimenti di fronte.

Il Napoli, però, ha un uomo in più. Si chiama Edinson Cavani, che è una vera e propria iradiddio. L’uruguaiano non si tiene e porta in vantaggio gli azzurri con un po’ di fortuna: il suo destro deviato da Ciani spiazza Marchetti. Ma è solo l’inizio. Poco dopo, Cannavaro lo pesca sul filo del fuorigioco e il suo diagonale di potenza inaudita quasi spezza le mani del portiere biancoceleste. Nel secondo tempo, la Lazio prova una reazione ancora con Klose. Lo show del ‘Matador’ però non è ancora completo. Su punizione battuta a sorpresa da Campagnaro lascia tutti sul posto, salta anche Marchetti e realizza un’altra tripletta ai capitolini come due anni prima. I gol potrebbero essere anche quattro se poi il numero 7 non calciasse alle stelle un rigore conquistato da Insigne. Ma per il trionfo azzurro può bastare.

Di seguito, il tabellino dell’incontro

NAPOLI-LAZIO 3-0
Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Gamberini (32′ st Aronica), Cannavaro, Campagnaro; Maggio, Behrami, Inler, Zuniga; Hamsik (41′ st Vargas); Pandev (24′ st Insigne), Cavani. A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Fernandez, Mesto, Donadel, Dossena, Dzemaili. All.: Mazzarri
Lazio (4-5-1): Marchetti; Konko, Ciani, Dias, Cavanda (12′ st Floccari); Candreva, Ledesma (32′ st Cana), Hernanes, Mauri (13′ st Ederson), Lulic; Klose. A disp.: Bizzarri, Carrizo, Biava, Scaloni, Stankevicius, Onazi, Zarate, Rocchi, Kozak. All.: Petkovic
Arbitro: Banti
Marcatori: 19′ pt, 31′ pt, 19′ st Cavani
Ammoniti: Cavanda, Konko, Hernanes, Ciani (L), Cannavaro, Pandev , Vargas (N)
Note: al 31′ st Cavani sbaglia un rigore

About The Author

Related posts