Tutto Toro nona giornata: i ragazzi di Miha non muoiono mai

TUTTO TORO: SFIDA AVVINCENTE- Toro e Lazio sono senza ombra di dubbio due delle principali sorprese di questo avvio di stagione. Dopo un’annata molto deludente per entrambe le compagini, è bello vedere tornare l’entusiasmo per tutti e due gli schieramenti, con gli allenatori vero valore aggiunto.

Oltre a ciò, e i numeri lo dicono, granata e biancocelesti sono abbastanza simili anche da un punto di visto tattico e, più in generale, della strutturazione della rosa. Si tratta di due formazioni abbastanza attendiste, che non amano molto tenere il pallone tra i piedi (il Toro è penultimo per possesso in Serie A) e preferiscono pungere con rapide e veloci transizioni. Entrambi i tridenti offensivi sono di livello.

Il risultato e il finale un po’ rocambolesco possono trarre in inganno, tuttavia non va dimenticato che per larghi tratti la partita di domenica è stata molto, molto bloccata. Specialmente nel primo tempo, in cui si è notata una cronica difficoltà nell’impostare una manovra efficiente per andare in porta.

TUTTO TORO: SFRUTTARE GLI EPISODI – Per costruire occasioni da gol, l’unica era aspettare un errore nel disimpegno e approfittare di conseguenza dei momentanei spazi che si venivano a creare. Ed il Toro ha segnato proprio in questa maniera, con Valdifiori che ha intercettato un brutto passaggio di Lulic (una costante del match) e dato il via all’azione del gol di Iago Falque. La rete ha scosso in positivo i granata, che sono apparsi molto più sicuri nella gestione del pallone, terminando il primo tempo con piglio autoritario. In particolare, va segnalata la prova positiva dei terzini (proprio da Zappacosta è partito il cross del gol).

Come detto in conferenza da Mihajlovic, purtroppo nel secondo tempo non si è visto il Toro a cui tutti siamo abituati. Certo, ci sono anche i meriti degli avversari visto che la Lazio è cresciuta sotto tutti punti di vista, con la squadra di Inzaghi che ha sostanzialmente fatto la partita. Considerando però la difesa letteralmente rimaneggiata dei rivali, è stato insolito vedere un Torino così passivo ed incapace di creare anche solo dei presupposti offensivi, con la squadra che non è di fatto mai riuscita a ripartire e a pressare alta come nella prima frazione.

Tuttavia, nonostante una ripresa abbastanza negativa e una situazione che nel finale sembrava ormai compromessa, il Toro è riuscito a tornare a galla, agguantando in qualche modo un pareggio prezioso. Non bisogna sottovalutare questo, anche solo da una prospettiva simbolica: rispetto ai continui errori individuali che si vedevano ad inizio campionato, ora i granata riescono comunque a spuntarla e di saper sfruttare gli episodi. Il carattere c’è.

TUTTO TORO: TESTA A MILANO – Quindi, per quanto non proprio tutto abbia funzionato per il meglio, si può senza dubbio essere soddisfatti per il pareggio ottenuto contro una delle formazioni migliori del campionato. E ora San Siro può essere proprio il contesto giusto per esaltarsi nuovamente.

About The Author

Related posts