Torino: con Belotti in campo, i granata segnano più di tutti in Italia

Torino: con Belotti in campo, i granata segnano più di tutti in Italia

Senza alcun dubbio, Andrea Belotti è l’uomo del momento per i granata. Le prestazioni dell’attaccante stanno attirando su di lui le attenzioni dei media e il suo ritorno in campo ha già svoltato il rendimento della squadra di Mihajlovic. Insomma, il Gallo si sta proponendo come uno dei centravanti più validi del calcio italiano.

L’edizione di ieri di Tuttosport si è soffermata sull’impressionante media gol del l’ex palermitano: una segnatura ogni 58’, media record in Europa (senza dimenticare i due rigori sbagliati contro Bologna e Milan). Numeri incredibili, che evidenziano quanto anche solo a livello psicologico faccia la differenza avere il Gallo titolare. D’altronde, basta pensare a quella manciata di minuti giocata a Pescara, che pure gli è bastata per centrare un palo e seminare il panico.

Ancora più delle statistiche del singolo giocatore, è interessante però osservare il peso di Belotti nel rendimento complessivo della squadra, la sua incidenza effettiva. Anche in questo caso i numeri sono pazzeschi.

Ebbene, il Torino ha segnato 11 gol in 6 partite. Quasi 2 a match. Belotti ha disputato in totale 294’: con lui in campo, i granata sono andati in gol per ben 10 volte. Senza di lui, appena una volta (tra l’altro, su calcio piazzato) in 246’.

Cosa vuol dire? Che con Belotti il Toro segna ogni 29’. Ossia, la bellezza di 3 gol a partita. Senza di lui, poco più di una rete ogni 3 incontri.  Quindi, per quanto visto finora, con l’attaccante lombardo a disposizione, il Toro è la squadra che realizza più gol in tutta la Serie A. Molto più di Napoli e Roma, che hanno una media di 2.3 segnature a partite. Di contro, quando manca il bergamasco, si ha il penultimo attacco del campionato.

Per quanto ci si aspettasse che questo fosse l’anno dell’esplosione definitiva, in ben pochi si sarebbero aspettati un rendimento di questo tipo. I numeri dimostrano che tra un Torino con Belotti e un Torino senza Belotti ci passano il giorno e la notte.

In effetti, il peso del Gallo non si riflette solo nella finalizzazione, visto che il suo rendimento spazia a 360°. Fa peso in attacco, tiene palla, aggredisce benissimo la profondità ed è pure un notevole assist man. Oltre alle cinque segnature, si è procurato tre rigori ed ha servito a Iago Falque il pallone del 3-1 contro la Roma, dopo che nel primo tempo lo spagnolo aveva centrato il palo su un geniale servizio del compagno. Un attaccante totale, dunque, che sa esaltare e valorizzare i compagni.

Guardando l’altro lato della medaglia, è rischioso dipendere così tanto da un solo uomo, visto che quando viene a mancare si fa troppa fatica nel trovare alternative. Ne sono prova le gare che Belotti ha saltato, col Toro che addirittura non è riuscito a trovare il gol su azione (e stiamo parlando del terzo miglior attacco del campionato).

A ciò però si penserà a tempo debito. Il Gallo è finalmente tornato e ha appena portato il Toro a una fondamentale vittoria. Finalmente Miha può disporre di un giocatore di tale livello, in grado di svoltare la stagione dopo un avvio sotto le aspettative. I tifosi hanno tutti i diritti di sognare in grande.

About The Author

Related posts