Atalanta: il solito Kessiè regala la prima vittoria stagionale alla Dea

Atalanta: il solito Kessiè regala la prima vittoria stagionale alla Dea

Prima vittoria stagionale per l’Atalanta che ribalta l’iniziale vantaggio del Toro con i gol di Masiello e Kessiè.

All’Atleti Azzurri d’Italia l’Atalanta aveva la necessità di guadagnare i primi punti della stagione per rivitalizzare l’ambiente. Infatti dopo le prime due sconfitte, erano arrivate molte critiche al Mister e ad alcuni giocatori, rei di mancanza di coesione dentro e fuori dal campo. La risposta alle critiche è puntualmente arrivata con un’ottima rimonta sul Torino, squadra sempre ostica da affrontare.

Entrambe le squadre si schierano con un iniziale 4-3-3, con Valdifiori e Freuler centromediani e Lopez e Pinilla uniche punte. Gasperini ha optato per la prima volta in stagione per la difesa a 4, provata solo in amichevole. Con Konko dirottato a sinistra per l’assenza di Dramè, Masiello gioca largo a destra. Coppia centrale di assoluto livello: Toloi e Zukanovic. Centrocampo a 3 con Freuler centromediano, Kessiè mezz’ala destra e Kurtic mezz’ala sinistra. Quest’ultimo spesso si alza spesso tra la linea di centrocampo e l’attacco, in fase difensiva per schermare Valdifiori e in quella offensiva per collegare i reparti. D’Alessandro e il Papu Gomez esterni d’attacco, scelti dopo le due buone prestazioni contro Lazio e Sampdoria. Esordio stagionale per Pinilla, che sembra aver riallacciato i rapporti con Gasperini dopo delle difficoltà iniziali. Dall’altra parte, prima in granata per i neo-arrivi Hart e Valdifiori, che solo in parte confermano quanto di buono visto con altre maglie.

Dopo i primi 20’ di studio reciproco, la partita si sblocca con una doppia occasione per l’Atalanta. Kessie riceve palla da Konko sul limite sinistro dell’area, passa tra tre uomini e solo un miracolo di Hart salva il Toro. Sulla ribattuta arriva Konko che indirizza verso la porta un’ottima girata, deviata in out involontariamente da Pinilla. I bergamaschi appaiono più convinti, e al 28’ vanno ancora vicino al gol con il solito Kessie. Sgroppata sulla fascia di D’Alessandro che con un filtrante serve Kessie in area. Il giovane centrocampista controlla in mezzo a due uomini, ma calcia fuori. Ottima tecnica mostrata da Kessie, che anche tra più giocatori riesce a liberarsi e calciare velocemente. Il primo guizzo del Toro alla mezzora con Maxi Lopez, servito da Martinez sul dischetto del rigore. La prima frazione si chiude con la parata di Sportiello su Molinaro e con l’errore ravvicinato di Kessie.

Per il primo gol di giornata bisogna aspettare il 54’, con la rete su punizione di Iago Falque. Sportiello immobile, non vedendo partire la traiettoria della palla per l’ostruzione di Maxi Lopez.
Dopo soli due minuti pareggia l’Atalanta con Masiello, dopo l’errore in uscita di Hart, non perfetto nel suo esordio italiano. Poco dopo il pareggio, un’ottima occasione per parte. L’Atalanta va vicina al raddoppio con la girata di Grassi su assist di Raimondi, entrambi da poco entrati. Sempre un neo-entrato protagonista, questa volta per il Toro. Lucas Boye controlla in area, si libera e calcia subito obbligando Sportiello ad una difficile presa.  A 10’ dalla fine l’occasione che decide il match: De Silvestri atterra Gomez in area e l’arbitro concede all’Atalanta il rigore. Sul dischetto Kessiè che nonostante la giovane età non sente la pressione e insacca.

Il Toro non riesce a creare occasioni per il pareggio, subendo la seconda vittoria su due in trasferta.

Entrambi gli allenatori espulsi nel corso della partita. Mihajlovic lascia la panchina negli ultimi minuti del primo tempo, dopo varie proteste e per aver calciato una bottiglietta. L’espulsione di Gasperini avviene un tempo dopo, reo di aver abbandonato più volte l’area tecnica.  “L’espulsione? L’area tecnica è troppo piccola e mi trovavo troppo spesso fuori. Stavo richiamando un mio giocatore, il direttore di gara mi aveva già ripreso. Pensavo l’arbitro avesse interpretato male, probabilmente ero un passo fuori.”

Kessiè è l’indiscusso protagonista di questa prima parte di stagione, con 4 gol in 3 partite nella sua prima esperienza in Serie A. Centrocampista moderno, box-to-box, dotato di ottima fisicità e tecnica di base. Le parole di mister Gasperini su di lui: “Kessié è un ragazzo che l’anno scorso in B a Cesena ha fatto un campionato importante. Quest’anno quando è venuto in ritiro con noi si è visto da subito che aveva qualità importanti. Il rigore doveva calciarlo Paloschi e lo ha tirato lui. Non è una cosa positiva e deve ancora crescere da questo punto di vista”

Altra nota positiva della giornata è stata la prestazione di Sportiello.  Dopo la scorsa stagione giocata ad alto livello, tutti si aspettavano la sua conferma in questa stagione. Tuttavia le voci di mercato che lo vedevano protagonista ne hanno limitato la concentrazione, causando due pessime prestazioni contro Lazio e Sampdoria. Invece ieri ha salvato più volte il risultato, in particolare su Molinaro e Boye. Bene anche il solito Gomez e l’esperto Konko, sia in fase offensiva che difensiva.

La nota negativa della giornata è la prestazione della coppia di difensori centrali. Toloi causa la punizione del momentaneo vantaggio con un ingenuo fallo al limite su Maxi Lopez. Zukanovic è apparso poco convinto, accorciando male sulla prima punta granata.

 

Il prossimo incontro per la Dea sarà a Cagliari domenica prossima alle 15. Scontro diretto con un’avversaria per la salvezza, con 3 punti importanti in palio e l’obbligo di confermare quanto di buono visto contro il Torino.

 

 

About The Author

Related posts