Rugby 7s: lascia il più grande allenatore

Rugby 7s: lascia il più grande allenatore
Photo Credit To screenshot da Youtube

Gordon Tietjens, il Fergusson del rubgy 7s, lascia gli All blacks

Dopo innumerevoli successi, l’allenatore neozelandese dice addio, sarà  Ben Ryan il suo successore?

Il destino beffardo ha fatto sì che colui il quale maggiormente contribuì alla crescita di popolarità dello sport, non raggiungesse il traguardo al quale così contribuì a raggiungere: l’oro olimpico. E proprio l’allenatore che è ha raggiunto tale successo alla guida delle Isole Figi, il britannico Ben Ryan, è uno dei più probabili alla sua successione.

E certamente la delusione di Rio 2016 ha reso amaro l’annuncio del fine carriera dell’allenatore di maggior successo al mondo, Sir Gordon Tietjens

Il sessantenne allenatore neozelandese ha guidato gli All Blacks dal 1994 fino ad oggi, un record di longevità che ricorda quello di un altro Sir della panchina, Alex Fergusson.

E come per l’ex-allenatore del Manchester, la carriera di Tietjens è costellata di trionfi. Dodici titoli mondiali in quattordici anni, con un dominio quasi assoluto, quattro medaglie dei giochi del Commonwealth, un palma res difficilmente eguagliabile.

Tietjens e il rugby 7s sono un binomio inscindibile, un amore reciproco iniziato nel 1983, quando per la prima volta gli All Blacks parteciparono al torneo di Hong Kong, e proseguito negli anni in panchina alla guida di quella che è diventata la forza dominante dello sport in maggior crescita al mondo.

Come per la panchina del ManU, quella degli All Blacks è un’eredità scomoda per chiunque seguirà e sarà quasi impossibile per chiunque far dimenticare Tietjens. Oltre a Ryan, gli altri candidati sono il coach della nazionale femminile, Sean Horan e l’allenatore di Wellington Sean Horan.

About The Author

Corrispondente da Melbourne - Australia. Maniaco di rugby, appassionato di ogni sport

Related posts