Leonessa Brescia, il focus su roster e obiettivi stagionaIi

Leonessa Brescia, il focus su roster e obiettivi stagionaIi
Photo Credit To it.wikipedia.org

E’ entrata in questi giorni nel vivo con i primi scrimmage la stagione della Leonessa Brescia, neopromossa in Serie A.

Dopo la scorsa annata, culminata con la vittoria dei playoff e dunque con la conquista della massima serie, i bresciani sono riusciti a confermare buona parte dello “zoccolo duro”: gli italiani Passera, Cittadini, Bruttini e Bushati e l’esperta ala americana Moss, eccellente difensore con un lungo passato a Siena e Milano.

Il mercato ha regalato a coach Diana elementi di sicuro affidamento o di buone prospettive: dai fratelli Vitali agli americani Landry e Berggren, rispettivamente ala grande e pivot titolare.

La formula scelta per la costruzione del roster dalla Leonessa Brescia è chiaramente quella del 5+5, con la maggiore incognita rappresentata dallo spot di guardia titolare. Si era parlato di un interessamento per JR Bremer, che però, stando alle parole del gm Santoro, pare essere troppo costoso per le casse dei bresciani; per quanto riguarda Reggie Holmes, dalla prossima settimana si dovrebbe arrivare alla risoluzione del contratto.

Proprio per questo sono salite le quotazioni per la conferma di Moore, prodotto di Utep attualmente in prova, che ha dichiarato di sentirsi pronto a conquistare un posto in squadra e di voler addirittura vincere scudetto.

Verosimilmente, la Leonessa Brescia non potrà puntare ad obiettivi così ambiziosi: la sensazione è che la società, seppur abbia in questi anni dimostrato di saper lavorare con grande passione e competenza, sia ancora acerba per la massima serie.

L’obiettivo dichiarato è una salvezza tranquilla, assolutamente alla portata soprattutto alla luce dei nomi in roster, composto da molti giocatori ampiamente rodati in massima serie: se però coach Diana troverà la giusta chimica tra i vari elementi e se il presidente Bragaglio si concederà un ultimo sforzo in sede di mercato, la Leonessa Brescia potrà stupire tutti e magari puntare al grande traguardo dei playoff.

About The Author

Aspirante giornalista ed aspirante ingegnere, preferisco Drazen Petrovic alla legge di Fick e i fade away agli integrali di linea. Su Dotsport mi occupo di basket e occasionalmente di calcio.

Related posts