Bologna, che finale di mercato: no a Cerci, ok Gomis-Viviani. Stop per Mirante

Bologna, che finale di mercato: no a Cerci, ok Gomis-Viviani. Stop per Mirante

Bologna sull’ottovolante delle emozioni nell’ultimo giorno di un mercato che si guadagna la sufficienza ed il 6 in pagella. Tra notizie negative (lo stop di Mirante e il clamoroso no a Cerci) e positive (gli arrivi di Gomis e Viviani), per società e tifosi le ultime ore sono state però da batticuore.
Proprio al cuore di Mirante guarderanno i prossimi accertamenti clinici dopo il “lieve malore” che ha colto il portiere rossoblù: gli esami dei giorni a venire determineranno gli step del recupero, ma sul rientro in tempi non troppo lunghi del numero 83 sembra prevalere un cauto ottimismo.
Nel frattempo tra i pali giocherà Da Costa, ma è arrivato – invece di Berisha e Gabriel – pure Gomis: per il 22enne senegalese, proveniente in prestito secco dal Torino, anche l’esperienza di tre stagioni in B.
Dagli estremi difensori alle prime linee, è clamoroso il mancato acquisto di Cerci. Visite accurate ed ulteriori accertamenti all’Isokinetic non hanno dissipato tutti i dubbi del Bologna sui tempi per riavere al top della forma l’attaccante, operato nel maggio scorso al ginocchio destro per una patologia cartilaginea. Non è escluso un aggiornamento a gennaio, ma l’affare estivo è saltato e così ad affiancare Destro e compagni nel reparto avanzato si è aggiunto in questi giorni il solo Sadiq.
E’ forse il mancato arrivo di una punta più collaudata il principale neo del mercato rossoblù, ma fa ben sperare l’ascesa di Krejci, un gol e un assist con la maglia della nazionale in Repubblica Ceca-Armenia 3-0.
Con Acquafresca rimasto in rosa ma in prospettiva di risoluzione del contratto, in assenza di un rinforzo “pesante” i vari Verdi, Rizzo e Di Francesco saranno chiamati a incidere un po’ di più.
In difesa, all’acquisto di Torosidis per la fascia destra si è aggiunto l’arrivo – ampiamente annunciato – di Helander dal Verona per il settore centrale: un prestito secco, come quello di Cherubin ai gialloblù.
Sempre con gli scaligeri è andata in porto la trattativa per Viviani, preferito alla fine a Tachtsidis del Cagliari: prestito con diritto di riscatto a 5 milioni.
Colpo di rilievo, quello di Viviani. L’ex c.t. della Nazionale avrebbe forse preferito un centrale più interditore, ma l’ex Roma porta freschezza e geometrie da non sottovalutare. Insieme a Taider e Pulgar ed gli altri nuovi acquisti Dzemaili e Nagy, Viviani amplia il ventaglio di soluzioni a disposizione di Donadoni in un reparto nevralgico rimasto orfano di Diawara e dei rientri dalla fascia di Giaccherini.
Riscattato e prestato al Crotone, invece, Crisetig: ha salutato il Bologna come prima di lui anche Rossettini, Brienza, Mancosu, Ceccarelli (risoluzione del contratto, per lui) e Souare. Saltato, infine, lo scambio Mbaye-Matos abbozzato con l’Udinese.

About The Author

Related posts