C’era una volta l’Ajax

C’era una volta l’Ajax

AJAX OVERMARS – Risultati deludenti. Tifosi inferociti. Squadra totalmente allo sbando. La stagione dell’Ajax non è iniziata nel migliore dei modi. Alla vigilia del cruciale play-off di Champions League contro il Rostov, l’ambiente dei Lancieri è caratterizzato dalla mancanza di tranquillità causata da un avvio di stagione incredibilmente sotto le aspettative. Il recente ko di sabato sera contro il Willem II, poi, ha scatenato ancora di più quel vespaio di polemiche che, di certo, non stanno facendo bene ai ragazzi di Peter Bosz.

Il 52enne tecnico, infatti, malgrado un gioco abbastanza accettabile, è solo.  Abbandonato da una dirigenza che da qualche tempo si  sta rendendo protagonista di decisioni discutibili. Sul banco degli imputati c’è Marc Overmars, direttore sportivo dal 2012 e capace di vendere tutti i migliori elementi dell’Ajax, senza acquistarne altri. E così, com’era nelle previsioni, la squadra olandese sta faticando più del dovuto, lasciando spazio alle altre potenze orange come PSV e Feyenoord, con il club di Rotterdam tornato ai fasti di un tempo.

I problemi dell’Ajax si chiamano programmazione e lotta intestina all’interno della società. Appare strano, infatti, che un calciatore come Milik, uno dei migliori giovani del mondo, non sia stato rimpiazzato a dovere. Appare strano, altresì, che un portiere come Cillessen possa essere venduto al Barcellona a un prezzo stracciato (14 milioni di euro). Oltre alla pianificazione, tuttavia, i grattacapi per il club di Amsterdam sono iniziati molti anni fa, quando Johan Cruijff decise di abbandonare il club per frizioni con il resto della dirigenza ajacide composta da Frank de Boer (ora tecnico dell’Inter), Marc Overmars ed Edwin van der Sar. E con la leggenda olandese, andò via anche anche il suo primo sostenitore Wim Jonk, responsabile del vivaio dei Lancieri.

I motivi di tali incomprensioni erano dettati da alcune operazioni di mercato, necessarie per la triade De Boer, Overmars e Van der Sar, ma inutili per il duo Cruijff-Jonk, intenzionati a puntare su calciatori provenienti da Toekomst (il centro giovanile dell’Ajax) e non su elementi pagati a peso d’oro. Così, a distanza di anni, le cose non sono altro che peggiorate. Overmars sta sbagliando l’impossibile in fase di mercato con tutte le conseguenze del caso. E a Rostov sul Don, domani sera, sarà durissima per entrare nell’Europa che conta.

About The Author

Cerco di scrivere cose interessanti. Amo la tattica su un campo di calcio, ma non disdegno gli 0-1 in trasferta e le favole sportive "alternative".

Related posts