Ritiro del Bologna: amichevole sospesa e intervista a Masina

Ritiro del Bologna: amichevole sospesa e intervista a Masina

La giornata di ieri, 30 luglio 2016, ha visto il Bologna impegnato in una amichevole in terra austriaca, dove si sta tenendo la terza parte del ritiro pre-campionato dei rossoblu.
La partita ha visto il Bologna impegnato contro l’Al Alain, squadra targata Emirati Arabi Uniti, in un’amichevole programmata per il secondo giorno della fase conclusiva di ritiro; quest’ultima è infatti iniziata venerdì 29 luglio e terminerà il 5 agosto, e si sta svolgendo in località Kitzbuhel, Austria.

LA PARTITA – L’amichevole, iniziata sotto il sole delle valli austriache, ha mostrato la superiorità della squadra bolognese –eccezionalmente in maglia gialla- fin dai primi minuti di gioco, per poi concretizzare il vantaggio prima della fine del primo tempo: notevoli sono stati i gol di Brienza (18^ pt) e di Masina (34^ pt), intervallati da diverse occasioni da gol, tra le quali si distingue un dribbling di Verdi sulla trequarti, con conclusione dalla distanza parata dal portiere avversario.
Le sorti della partita sono però state decise dal tempo avverso: poco dopo il fischio di inizio del secondo tempo giocatori e tifosi sono stati sorpresi da un forte temporale, che ha reso il campo impraticabile e ha portato alla decisione dell’arbitro di terminare la partita dopo appena 53 minuti di gioco.
L’INTERVISTA A MASINA – Nonostante l’esito poco significativo della partita -comunque terminata con la squadra italiana in netto vantaggio-, rimangono di rilievo le parole di Adam Masina, che si è espresso davanti ai microfoni in conferenza stampa il giorno prima del match; il ventiduenne difensore bolognese, sempre più riconosciuto dallo staff tecnico e dai tifosi come pilastro della rosa rossoblu, si è definito consapevole delle difficoltà che la squadra incontrerà nella prossima stagione, soprattutto in quanto squadra già conosciuta e non più outsider. Masina stesso ha inoltre dichiarato le sue intenzioni per la stagione prossima, che avrà inizio il 21 agosto: “Vorrei tanto migliorare nella precisione in avanti, -spiega il giocatore -poche volte riesco ad essere determinante, quest’anno vorrei essere -le volte che sono davanti- lucido, e fare una giocata che possa lasciare il segno”; affermazione di buon auspicio, data la rete segnata nell’amichevole del giorno successivo. Il giovane di origine marocchina si è inoltre dichiarato fiducioso nei confronti dei compagni vecchi e soprattutto nuovi, che sono stati in grado di adattarsi subito all’ambiente della squadra, con spirito di collaborazione e volontà di aiutare ed ascoltare; “Questo credo faccia veramente la differenza”, ha concluso.

About The Author

Related posts