Napoli e il mercato degli intrecci: Valdifiori, Diawara, Maksimovic e…Kums!

Napoli e il mercato degli intrecci: Valdifiori, Diawara, Maksimovic e…Kums!

C’è Milik e già questa è una (buona) notizia. Non c’è, però, quel centrocampista che Maurizio Sarri sta chiedendo da tempo e che difficilmente avrà prima dell’amichevole di lunedì con il Nizza al San Paolo. I nomi sono sempre gli stessi e si stanno intrecciando in una sorta di cubo di Rubik dalla soluzione che si fa sempre più complessa con il passare dei giorni.

Con il Bologna è stata raggiunta l’intesa per Diawara (15 milioni più due di bonus ai felsinei, quinquennale da un milione a salire per il giocatore) ma l’affare è legato a doppio filo alla situazione Valdifiori: l’ex empolese dovrebbe rientrare nell’affare Maksimovic, ma con il Torino c’è disparità di vedute sul cartellino del giocatore (4 per i granata, almeno 6 per gli azzurri). E, come se non bastasse, Cairo continua a cambiare le carte in tavola: difficile capire se intenda trattare a parte l’ex pupillo di Sarri o effettivamente accettarlo come contropartita (con cash dai 19 milioni a salire, per una valutazione complessiva di 25) nella cessione del suo difensore di punta.

Con Diawara in stand by, torna buono il nome di Sven Kums che, salutato il Gent, scopre le carte in tavola con dichiarazioni inequivocabili: «Al momento il Napoli è la mia opzione più concreta per il futuro. Non penso che il Gent possa opporsi al trasferimento, piuttosto il Napoli deve mantenere la calma e cedere alcuni giocatori. Al momento il club per me chiede 10 milioni di euro, credo che sia un tantino troppo così come 6 sono pochi. Probabilmente il mio valore è una via di mezzo». La prola d’ordine, quindi, sembra essere “cedere”. Almeno prima di acquistare. E, oltre a Valdifiori, i candidati in tal senso sembrano essere Grassi (probabilmente in prestito) e David Lopez.

Non così in attacco dove torna prepotentemente d’attualità il nome di Mauro Icardi. L’argentino prosegue nel suo braccio di ferro con l’Inter, minacciando l’addio in caso di mancato adeguamento del contratto. E mentre l’assenza nell’ultima amichevole americana viene giustificata da un sedicente problema alla spalla, da Sky rimbalza la voce di un nuovo rilancio del Napoli: sono 55 (più bonus) i milioni che De Laurentiis sembra intenzionato a mettere sul piatto, in una telenovela di cui non si intravede ancora la fine.

Intanto si conclude oggi l’ultimo giorno di ritiro a Dimaro. Nulla da segnalare se non il lavoro in palestra di Tonelli (ancora alle prese con il recupero da qualche acciacco) e un problema fisico per Giaccherini (dolore alla coscia ma il giocatore ha lasciato il campo sulle sue gambe) la cui entità verrà valutata nei prossimi giorni: al momento, però, pare possano escludersi conseguenze gravi.

About The Author

Laureato in Giurisprudenza e giornalista professionista, da piccolo sognavo di diventare calciatore, giocatore di basket, pilota di Formula 1. Scrivere di tutte queste cose mi ha permesso in qualche modo di realizzare quei sogni.

Related posts