Guinness Pro12: I Warriors tornano in corsa per la top-two. Edinburgh prende il bonus contro le Zebre

Guinness Pro12: I Warriors tornano in corsa per la top-two. Edinburgh prende il bonus contro le Zebre
Photo Credit To Matteo Mangiarotti - Alba Ovale

BT Murrayfield (Edimburgo) – Edinburgh riesce a vincere una gara giocata piuttosto male da entrambe le squadre, in una serata in cui per il club della capitale scozzese le cose da salvare sono davvero poche. Una di queste è Jason Tovey, che ha dimostrato, dopo una sola settimana di allenamento, grande affiatamento con tutti i nuovi compagni, inserendosi alla perfezione negli schemi di Solomons e sbagliando il primo passaggio al minuto sessantaquattro. Un giocatore così, da queste parti, non si vedeva da qualche tempo e la speranza è che, subito stasera, il board dei Gunners decida di fargli firmare un contratto per la prossima stagione. Intanto, il gallese si coccola il premio di man of the match che, all’esordio, non è proprio cosa da poco. Per il resto, dopo il nulla quasi assoluto del primo tempo, è piaciuta la reazione di Edinburgh ma non la condotta di gara, troppo incostante e troppo nervosa. Il punto di bonus offensivo arriva oltre l’ottantesimo minuto ed è un premio, forse, immeritato, considerata la prestazione messa in campo, ma consente ai Gunners di issarsi al (temporaneo) quinto posto della classifica celtica. Per le Zebre, purtroppo, un’altra stagione che deve finire il più in fretta possibile.

Clicca qui per il commento alla gara.

Ulster vince finalmente uno scontro diretto, superando al Kingspan Stadium la capolista Connacht e tornando prepotentemente nella top-four celtica.

Nonostante una prestazione comunque più che positiva, in un campo storicamente difficile – Connacht non vince da mezzo secolo a Belfast – e dovendo affrontare numerosi infortuni, i Galwegians tornano ad Ovest senza punti in tasca.

Ulster mette al sicuro la vittoria nel primo tempo, con una meta di capitan Rory Best, andando sul 18-3 in avvio di ripresa grazie alla seconda marcatura, stavolta di Gilroy.
Connacht reagisce, trovando la meta della speranza con Caolin Blade ma Ulster riesce a contenere il ritorno della capolista, prendendosi quattro punti importantissimi per morale e classifica.

A Belfast finisce 18-10 per Ulster, mentre nell’altra gara di questo Friday Night celtico, gli Ospreys devono faticare per prendersi un successo a Newport contro i Dragons. I Gweilch, che con la sconfitta di settimana scorsa sono praticamente esclusi dalla lotta per un posto nella top-six, si prendono comunque anche il bonus offensivo. A Newport il risultato finale è 20-26.

I Glasgow Warriors vincono con bonus offensivo a Treviso contro un volenteroso Benetton e si portano, con una gara ancora da recuperare, a due punti dal terzo posto, occupato dagli Scarlets che sono stati battuti in casa dai Cardiff Blues (22-28 il risultato finale del Parc y Scarlets).

La meta di Stuart Hogg, anche oggi piuttosto dinamico e sempre al centro delle azioni pericolose dei suoi, regala ai Glaswegians i cinque punti che servivano per allungare a sei la striscia di vittorie consecutive, aprendo nel migliore dei modi il trittico di aprile con le squadre italiane che continuerà venerdì prossimo a Parma.

Nonostante i Leoni vadano a riposo avanti nel punteggio, impressiona ancora una volta la tranquillità e fiducia nei propri mezzi degli scozzesi, che sono sempre rimasti concentrati sul loro gioco e focalizzati sull’obiettivo di giornata, ovvero il successo pieno. I Warriors marcano due mete nel primo tempo, a firma di capitan Jonny Gray e Peter Horne – che sfrutta la bella avanzata di Pyrgos, che arriva ad un palmo dalla linea dopo aver battuto veloce una punizione, ma vanno a riposo sotto 16-14 puniti dal piede di Hayward e una meta di Esposito che tengono in gara i Leoni.

A Monigo finisce però 16-38, perchè i Warriors trovano subito la meta del sorpasso ad inizio ripresa con Simone Favaro e nell’ultimo quarto il Benetton, che ha pagato caro in termini di infortuni il tentativo di contrastare fisicamente lo strapotere degli scozzesi, ha finito le energie. I Warriors vanno ancora in meta due volte, portando a sei il computo totale e regalando altri 22 punti di differenza che potrebbero, a fine stagione, contare er la classifica.

Nell’ultima gara della diciannovesima giornata, Leinster batte Munster all’Aviva Stadium e raggiunge Connacht in vetta alla classifica. 16-13 il risultato finale, che regala ai Dubliners il double stagionale – dopo il successo al Thomond Park in dicembre. Mattatore di giornata, Johnny Sexton, autore di tutti i punti dei Boys in Blue.

I risultati della giornata, quindi, sorridono ai Warriors. Se i Glaswegians vinceranno il recupero di Parma contro le Zebre, avranno la possibilità di tornare prepotentemente in corsa per uno dei primi due posti della classifica celtica, distante adesso sette punti.

Post source : albaovale.wordpress.com

About The Author

Related posts