Super Rugby: le prime tre partite

Super Rugby: le prime tre partite

Tre partite completamente diverse nella prima giornata del Super Rugby 2016

Uno scontro pirotecnico a Auckland, una partita a senso unico a Canberra e una battaglia brutale a Bloemfontein

Blues e Highlanders ci hanno dimostrato perché la Nuova Zelanda è la prima nazione al mondo. Una partita giocata a ritmi vertiginosi dove gli uomini dell’esordiente Umaga hanno prevalso sui campioni in carica di misura.

I Blues hanno mostrato il loro potenziale che era rimasto imbrigliato dalle tattiche di Kirwan l’anno scorso. Con il nuovo regolamento sul bonus alla francese gli Highlanders hanno perso la possibilità di prendere due bonus, ma escono dall’Eden Park come a testa alta.

A Canberra nello scontro tra le squadre delle due capitali meno conosciute al mondo, i Brumbies hanno passeggiato sugli Hurricanes.
Il dominio degli australiani è stato netto dall’inizio alla fine. Il neo arrivato Cubelli ha segnato la prima meta argentina dell’anno, togliendo così il primato ai suoi connazionali impegnati in Sud Africa

Infine a Bloemfontein abbiamo assistito a una partita brutale, dove i Jaguares hanno mostrato una grande tenacia dopo un inizio orribile. Landajo e Sanchez si sono meritati due cartellini gialli, uno dei quali corroborato da meta tecnica, e Barry ha graziato Senatore per un intervento al limite del regolamento che avrebbe lasciato gli argentini temporaneamente in 12.

Sotto per 24 a 3 i Jaguares hanno avuto il merito di rimontare e di andare sul momentaneo pareggio 24 pari. Landajo si è fatto perdonare il cartellino con due meter personali e Sanchez ha messo a segno un drop micidiale che ha dato il vantaggio sufficiente a una prima storica vittoria dei Jaguars in Super Rugby

About The Author

Corrispondente da Melbourne - Australia. Maniaco di rugby, appassionato di ogni sport

Related posts