A Netanya, la Divina Pellegrini ancora sul tetto d’Europa

A Netanya, la Divina Pellegrini ancora sul tetto d’Europa
Photo Credit To Twitter, Federica Pellegrini

Una straordinaria quarta giornata di gare quella appena conclusa all’Olympic National Swimming Pool di Natanya in occasione dei Campionati Europei di vasca corta. La firma principale è senz’altro quella di Federica Pellegrini che, dopo le straordinarie gare dei giorni scorsi, si supera nella sua gara dei 200 stile libero e porta a casa l’ennesimo oro europeo. Altra medaglia d’oro nella spettacolare Mistaffetta della 4 x 50 stile libero, dove Bocchia, Orsi, Di Pietro e Ferraioli sbaragliano tutti gli avversari e si prendono a sorpresa il titolo europeo. Bene Rivolta e Codia nei 50 farfalla e Fabio Scozzoli nei 100 rana. Deludono le ranista, Martina Carraro e Ilaria Scarcella, nei 100 metri. Magistrale semifinale di Marco Orsi nei 100 stile libero che scriverà domani l’ultimo atto di questi Campionati.

NETANYA, la sua partecipazione ai Campionati Europei di Netanya è da subito stata messa in dubbio, soprattutto per il poco tempo che intercorreva gli ultimi Mondiali di Kazan e questa manifestazione, ma lei, la Divina Federica Pellegrini si è presentata all’Olympic National Swimming Pool e ha dettato subito le sue condizioni. Oro nella staffetta 4 x 50 stile libero femminile e record italiano nei 100 stile libero…Tutte gare che non hanno mai fatto per lei ma si sa che la sua zampata conclusiva arriva ovunque! Oggi in acqua la sua gara regina, i 200 stile libero, con avversarie molto pericolose, tra cui ricordiamo Femke Heemskerk, l’olandese dal dente ancora avvelenato per il disastro degli scorsi Mondiali di Kazan, che parte con il miglior tempo di qualificazione. Al fianco della Pellegrini, una straordinaria Chiara Masini Luccetti, con il settimo tempo di ingresso. Nei primi 100 metri di gara la Heemskerk si prende un vantaggio sulla nostra Divina che però alla fine attacca e non dà scampo a nessuno… 1’51″89, un tempo micidiale e la firma al quinto titolo europeo in vasca corta è stata messa! La Divina Federica Pellegrini è ancora dopo 10 anni sul tetto d’Europa!!!La Heemskerk non regge neanche alla risalita di Veronika Popova che si aggiudica l’argento in 1’52″46. L’altra azzurra, Chiara Masini Luccetti, conclude al sesto posto con il crono di 1’56″48.

L’entusiasmo generale è, come dalla prima giornata di gare a questa parte, durata fino alla fine, soprattutto quando va in scena un ribaltamento totale, di quanto avvenuto alla mattina, nella Mistaffetta 4 x 50 stile libero. Colpaccio sconvolgente dei nostri azzurri (Federico Bocchia, Marco Orsi, Silvia Di Pietro, Erika Ferraioli) che, qualificatosi con il sesto crono, si prendono di forza la medaglia d’oro, ai danni di Russia e Olanda, le favorite. Il tempo finale è 1’29″26, nuovo record dei Campionati. L’Italia, dunque, domina le staffette miste a questi Campionati Europei di vasca corta!

Purtroppo, destino molto differente è quello capitato nelle altre finali in programma.

I 100 rana femminili si concludono con la vittoria dell’olandese Jenna Laukkanen (1’04″56), mentre le nostre azzurre, Ilaria Scarcella e Martina Carraro, si posizionano rispettivamente quinta (1’05″59) e ottava (1’06″35). Sconvolgente è stata invece la finale dei 100 rana maschili dove il favorito Adam Peaty ha dovuto arrendersi alla potenza del tedesco Marco Koch (56″78 contro il 56″96 di Peaty), mentre Fabio Scozzoli riesce ancora a migliorarsi e a chiudere al quarto posto con 57″14.

Esplosiva l’atmosfera che si respirava in occasione dei 50 farfalla maschili che hanno visto la vittoria dell’ucraino Andriy Govorov in 22″36, mentre i nostri azzurri Matteo Rivolta e Piero Codia occupano la sesta e la settima piazzola in 22″85 e 22″89; il tempo di Rivolta è il nuovo primato italiano.

La finale dei 50 dorso femminili premiano ancora Katinka Hosszu con 26″13 ed Elena Gemo, entrata in finale con il quarto tempo, si posiziona all’ottavo posto in 26″89.

Domani sarà l’ultima giornata di emozioni per questo Campionato Europeo di vasca corta ma il pubblico italiano vuole altro spettacolo, altre medaglie e altri record. E questi potrebbero arrivare nei 100 stile libero maschili con Marco Orsi che parte da favorito in 46″42 e nei 100 farfalla femminili con Ilaria Bianchi e Silvia Di Pietro pronte a giocarsela con Sarah Sjöström e Jeanette Ottesen. Staremo a vedere! Forza azzurri!

About The Author

Related posts