Basket, Serie A: Bologna batte Sassari al fotofinish

Basket, Serie A: Bologna batte Sassari al fotofinish

All’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO) è andato in scena il posticipo della 7^ giornata, tra Virtus Bologna e Dinamo Sassari; per Bologna, ultima in classifica con 2 punti, era assolutamente necessario vincere, mentre la squadra sarda doveva cercare continuità, cercando la quarta vittoria in trasferta.
Valli, coach della squadra emiliana, che doveva fare a meno della sua stella Ray, ha schierato come quintetto base Pittman, Gaddy, Fontecchio, Oddom e Mazzola.
Meo Sacchetti fceva scendere in campo Logan, Haynes, Eyenga, Varnado e Petwey.
Prima dell’inizio dell’incontro, come su tutti i campi di gioco, è stato osservato un minuto di silenzio, in memoria dei morti di Parigi.
L’inizio della partita vedeva i sardi portarsi subito in vantaggio, con Logan andato a segno dalla distanza 2 volte su tre tentativi, ma Bologna non sembrava rassegnarsi al ruolo di vittima sacrificale, con Mazzola autore di 5 punti.
L’Obiettivo lavoro con una difesa aggressiva riusciva a mettere in difficoltà gli avversari e con un gioco in attacco molto preciso era in grado di portarsi in vantaggio sul 15-8, a 4’ dalla fine del primo quarto.
Per il Banco di Sardegna, l’unico giocatore che sembrava in grado di “inventare basket” era Logan, che con i suoi 9 punti teneva a galla la sua squadra.
Il primo quarto si concludeva sul 20-18 per i sardi, che si sono giovati dell’entrata in campo di Alexander, che metteva a segno 7 punti, contribuendo al recupero e al sorpasso della sua squadra.
All’inizio del secondo periodo di gioco, i giocatori in maglia azzurra, grazie alle numerose triple realizzate, sembravano in grado di spostare gli equilibri della partita a proprio favore, ma la squadra emiliana, con il coltello tra i denti, riuscivano a portarsi di nuovo in vantaggio.
Logan continuava con il suo show personale, mettendo a segno triple su triple, permettendo così alla Dinamo di riportarsi in vantaggio, anche se i problemi di Sassari nella costruzione del gioco restavano.
Il primo tempo si concludeva sul 41-37 per i sassaresi, con Logan autore di 17 punti.
All’inizio del 2° tempo Bologna è rientrata in campo ancora più agguerrita, riuscendo nel suo intendo di mettere in difficoltà gli avversari che, senza Logan in campo, faticavano a costruire gioco e ad arrivare al tiro.
Con il trascorrere dei minuti, Brian Sacchetti, prendendo la sua squadra per mano con grande autorità. Permetteva alla sua squadra di portarsi sul +6, quando mancava poco più di un minuto al termine del quarto.
A 17” dal termine del quarto alla panchina della Virtus veniva fischiato un fallo tecnico per proteste.
Il terzo periodo di gioco terminava sul punteggio di 65-58 in favore della squadra sarda.
Nelle prime fasi dell’ultimo periodo di gioco, la Virtus, grazie a un parzialino di 4-0, si portava sul -3.
Le due squadre sembravano molto stanche e il gioco si faceva molto spezzettato, sia per le molte palle perse, sia per i molti falli fischiati.
Negli ultimi minuti dell’incontro la partita era molto combattuta, con le due squadre che si alternavano al comando e con i giocatori che in attacco si esibivano in magie degne dei migliori prestigiatori.
A 2” dalla fine Sassari, grazie a una prodezza di Haynes, agguantava il pareggio, sul 76-76 e si andava così all’overtime che si apriva con un canestro di Odom, che veniva però pareggiato da 2 tiri liberi messi a segno da Brian Sacchetti.
Nei primi 2’ del supplementare, Bologna, con un parziale di 10-2, prova a volare via, sostenuta anche dal tifo assordante dell’Unipol Arena.va
A 1’e 32” dal termine, a Eyenga venivano fischiati 2 falli tecnici per proteste ed era quindi espulso.
I secondi finali dell’incontro erano caratterizzati da moltissimi errori, ma alla fine i bolognesi avevano il sopravvento, chiudendo l’incontro sul 92-87, grazie alla tripla messa a segno da Vitali sulla sirena.

About The Author

Related posts