NBA 2015/2016: all’esordio vince Gallinari, Belinelli e Bargnani ko. Gli highlights

NBA 2015/2016: all’esordio vince Gallinari, Belinelli e Bargnani ko. Gli highlights

Esordio per  i tre italiani nella NBA 2015-16. Solo Danilo Gallinari con i suoi Denver Nuggets sorride, avendo battuto in trasferta i Rockets. Sconfitti invece Marco Belinelli e Andrea Bargnani, autori però di discrete prove.

Analizziamo ora le tre gare degli azzurri impegnati nella prima giornata di regoular season NBA.

Come dicevamo grandissima vittoria dei Denver Nuggets di Gallinari, capaci di asfaltare in trasferta i favoriti Houston Rockets di Harden per 85-105. Sontuosa la prova del “Gallo”, autore di 23 punti e 3 assist, davvero l’Mvp della serata per i suoi. Esce ridimensionato “il Barba” James Harden, atteso protagonista della gara, anche se ha comunque chiuso a referto con 21 punti. Partita molto equilibrata fino a metà tempo, la svolta nel terzo periodo chiuso con un parziale di 14-23.

L’assenza di Dwight Howard sotto i tabelloni pesa e i Rockets la pagano a caro prezzo, non riuscendo a contrastare i rivali e dovendo così arrendersi 85-105 ai Nuggets. Buona la prima per il Gallo.

Perde invece Andrea Bargnani battuto con suoi Brooklyn Nets in casa dai Chicago Bulls per 100-115. Buona però la prova del Mago, partito dalla panchina ma lo stesso autore di 17 punti e 7 rimbalzi in 21 minuti. Troppo in forma i Bulls, già vittoriosi la scorsa notte in casa contro i Cavs.

Male i Nets all’avvio, soprattutto in difesa, con i Bulls devastanti grazie a Pau Gasol e Noah. Poi gli ingressi di Bogdanovic e Bargani equilibrano la sfida con Brooklyn che riesce a rientrare e rimanere a contatto arrivando solo a -3 (55-58) all’intervallo lungo. Nel terzo quarto c’è però l’allungo decisivo e letale di Bulls, grazie a Rose e Mirotic, quest’ultimo già decisivo contro Lebron.

Chicago vola nuovamente sul +12 e per i Nets non resta altro che alzare la bandiera bianca. Mvp della serata Butler, con 24 punti. bene Bargnani, soprattutto se si pensa che era stato fermo per diverse settimane dopo l’infortunio in nazionale.

Infine analizziamo anche la sconfitta di Belinelli e i suoi Sacramento Kings, battuti in casa dai Clippers 104-111. Partita però molto bella, decisa nei secondi finali dall’esperienza di Pierce e Chris Paul. Belinelli da il suo buon contributo, realizzando 9 punti e 5 assist in 32′, ed è lui a dare la speranza ai Kings di poter acciuffare la vittoria, in un finale thrilling.

Infatti i Clippers partono subito forte, grazie a Griffin, Mvp della gara con 33 punti, e Paul. Lo s Angeles arriva anche sul + 10 all’intervallo lungo (46-56). Ma è nel quarto periodo che i Sacramento Kings si svegliano ed accendono la gara. Come dicevamo sono anche due triple di Belinelli a riaprire l’incontro, consentendo ai suoi di arrivare sul -4 a 2′ dalla fine. Poi alcune palle perse di Cousins e la classe di Chris Paul consentono ai Clippers di portare a casa il successo.

Nella notte da segnalare la vittoria dei Cavaliers a Memphis, che riscattano il ko iniziale, la vittoria dei Thunder contro gli Spurs e la clamorosa sconfitta dei Lakers di Bryant in casa contro i Minnesota Timberwolves.

About The Author

Studio lettere, amo scrivere e sogno di diventare giornalista. Seguo lo sport a 360°, vanto uno stage a Sky Sport 24, un Master in Giornalismo e collaborazioni con importanti testate giornalistiche, dove ho trattato anche altri argomenti non sportivi.

Related posts