Abraham, futuro come test driver in KTM?
Photo Credit To You Tube, KTM Sportmotorcycle GmbH

Abraham, futuro come test driver in KTM?

Il pilota ceco Karel Abraham continua a far parlare di sé nelle ultime settimane. Dopo l’infortunio in Catalogna, che si sta rivelando più fastidioso del previsto, costringendo il suo team ad ingaggiare Hiroshi Aoyama come sostituto per il Sachsenring, ora il rider Honda sembra pensare anche al suo futuro nel mondo delle corse.

A tal proposito si stanno susseguendo le voci su un suo eventuale ruolo di collaudatore KTM già dal 2016, anno in cui la casa austriaca si preparerà per il grande ritorno nella classe regina del Motomondiale, che avverrà nel 2017. A rendere possibile la cosa ci sarebbe anche il circuito di Brno, il cui proprietario è il padre dello stesso pilota, che potrebbe rientrare nell’accordo se ne venisse garantita la disponibilità per effettuarvi i test necessari allo sviluppo della moto.

A dirlo è Pit Beirer, capo di KTM Motorsport, come riportato sul sito speedweek.com:

“Certo, Karel Abraham ha un figlio che potrebbe essere un test driver per noi. Egli opera anche a Brno, una pista che potrebbe essere preziosa per effettuare dei test ” “… Nel 2016 vorremmo il circuito una volta al mese per fare le prove MotoGP. Brno quindi potrebbe certamente avere un ruolo centrale nella cosa”.

Beirer resta comunque con i piedi per terra e sembra non avere fretta per ora. Le prime uscite, il prossimo novembre, le farà il collaudatore ex – Aprilia Alex Hoffmann:

“Karel sarebbe certamente un candidato, ma non abbiamo ancora bisogno di un test driver. Il primo roll – out a novembre lo farà Alex Hofmann. Poi avremo bisogno di un pilota collaudatore nel 2016, non dobbiamo affrettare le cose adesso. Con Abraham avremmo un pilota che è ancora attivo nel Campionato del Mondo 2015 di MotoGP e che gira su un buon livello”.

Ma la scelta potrebbe anche ricadere su un giovane ambizioso, proveniente magari dalla Moto2:

“Potremmo anche prendere un giovane e ambizioso pilota di Moto2…” “… un giovane temerario probabilmente accelera più di un ex – pilota della MotoGP, che magari non vuole correre dei rischi “.

Dopo l’ingaggio a gennaio dell’ex – ingegnere di Dani Pedrosa, Mike Leitner, la KTM sta quindi continuando ad assemblare i pezzi per quello che vuole essere un ritorno in grande stile.

About The Author

Related posts