Filippo Pozzato: al Trofeo Laigueglia, un rientro alle corse da record

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare: il modo di dire calza a pennello per Filippo Pozzato che dopo la caduta con frattura alla clavicola di giovedì 9 febbraio, è pronto a rimettersi il numero sulla schiena già Sabato al Trofeo Laigueglia. In nove giorni, con un’operazione di mezzo (domenica) e già all’attivo quattro allenamenti con quello odierno. Il talento di casa Farnese Vini Selle Italia sarà al via perchè: “Ci tengo a non buttare via il buon lavoro fatto, e perchè con Luca (Scinto n.d.r.) abbiamo deciso che sia meglio così. Ieri è venuto in allenamento con me, abbiamo fatto più di quattro ore e mezza con alcuni lavori specifici e le sensazioni che ho avuto mi dicono che posso pensare alla corsa, ovviamente intesa come allenamento” dice Pippo, che con quest’azione entra di diritto tra i corridori più “duri” del gruppo. Il via alla corsa serve per rimettersi in linea con il ritmo del gruppo e testarsi. . Per un incidente rimediato giovedì 9 febbraio, un rientro da record pensando alla grande campagna del nord che attende il team: “E anche per questo che non posso sottrarmi alle mie responsabilità – afferma Pozzato – di una squadra davvero unita intorno a me con sponsor splendidi che hanno investito e puntato su di me. Devo rientrare subito anche per loro”. La parola ora passa alla corsa: insieme a Pippo ci saranno Luca Mazzanti, Elia Favilli, Francesco Failli, Leonardo Giordani, Rafael Andriato, Alfredo Balloni e Davide Ricci Bitti. Per gli altri sarà una giornata di attacci, per Pozzato un allenamento, ma pur sempre con il numero sulla schiena.

Comments are closed.