Doping e ciclismo: Mark Cavendish salta un controllo

Ad ammettere di aver saltato un controllo antidoping, è lo stesso Mark Cavendish che lo scorso Aprile non si è presentato ai controlli di routine. Così si giustifica il ciclista inglese: “E’ stato un mio errore. Ero impegnato con una troupe per la Bbc e il Giro d’Italia sull’Etna, il mio è stato un semplice errore amministrativo. Sono sempre stato un totale sostenitore della lotta al doping. Nell’ultimo anno ho subito oltre 60 controlli. Posso garantire che non saltero’ piu’ alcun esame”. C’è ben da sperare nella sua intenzione, ma certo questa vicenda potrebbe far nascere elementi di discussione anche fra i suoi stessi colleghi che hanno dovuto pagare per non essersi presentati ai controlli UCI.

About The Author

Related posts