Granfondo: Gf Damano Cunego ai nastri di partenza il 3 Giugno 2012

L’edizione 2012 della Granfondo Damiano Cunego – Città di Verona sarà un nuovo grande capitolo di ciclismo con la “C” maiuscola. “Il puzzle della gara del 3 giugno prossimo è praticamente completato”, assicura Sergio Bombieri, al timone della macchina organizzativa dell’evento veneto, che fin dalla fine dell’estate si è messo al lavoro per trovare le soluzioni ottimali alla 7.a edizione del000-998 prossimo anno.Primo nocciolo della questione, il setting di arrivo e partenza. L’idea di scattare in centro a Verona è sempre stata una sorta di chiodo fisso, ma se da un lato questo regala sensazioni ed emozioni uniche, da un altro costringe a convivere col traffico cittadino, con tutte le limitazioni che una città turistica inevitabilmente impone.“Per il 2012 niente partenza a velocità controllata”, garantisce Bombieri, che dopo una serie di lunghe trafile burocratiche ha risolto i nodi che in passato hanno creato qualche inconveniente. Lo start e il finish della gara su strada dedicata al “piccolo principe” di Cerro Veronese saranno collocati in Via D’Arezzo, a ridosso di Borgo Venezia, una strada ampia che verrà divisa in due, e ospiterà su un lato le griglie di partenza e il traguardo, e sull’altro invece ci sarà spazio per la vivace zona expo, visitabile sia il sabato che la domenica. Poco distante dal traguardo, inoltre, troveranno posto una grande tensostruttura per il pasta party di fine gara, il parcheggio per le bici (vigilato come in passato) e un parcheggio auto per tutti i partecipanti alla manifestazione.Da Via D’Arezzo, quindi, la gara entrerà subito nel vivo e punterà con decisione verso la Valpantena alla volta di Erbezzo, in una salita montana apprezzata da tutti gli scalatori, che sarà anche sede di una cronoscalata lunga 9,38 km e con 580 metri di dislivello.Per quanto riguarda il resto dei tracciati gara, EC0-232 non ci saranno drastici cambiamenti rispetto alla prova dello scorso giugno, vinta da Matteo Cappè ed Ilaria Rinaldi sul percorso granfondo, e da Enrico Saccomanni e Martina Zanon sul “corto”. L’unica novità riguarda un tratto inedito, inserito esattamente in località San Francesco, che ora “gira” puntando su Roverè Veronese e scende lungo tornanti ampi e piacevoli. Dopo un chilometro da Roverè i due tracciati si dividono, il corto punta su San Rocco per rientrare subito a Verona, mentre il lungo risale a Velo per circa 4 chilometri pedalabili, ma con un paio di tratti da “rapportoni”, e si reinnesta in quello tradizionale che poi si dirige verso località Bernardi, prima di affrontare la bella ed originale (…e dura) salita di Campo Fontana. Da qui mancheranno ancora 65 km circa all’arrivo e si transiterà per Vestenanova, Castelvero e San Mauro di Saline, prima di scendere a Montorio e Verona.Sul sito web ufficiale www.granfondodamianocunego.it saranno disponibili a breve le tracce gps dei singoli percorsi, per iniziare fin da subito a vivere la GF Damiano Cunego 2012 almeno con il pensiero. Il percorso Granfondo misura 145 km con 3.300 metri di dislivello, mentre il corto propone 85 km con un dislivello di 1.400 metri.Anche nel 2012 la GF Damiano Cunego – Città di Verona sarà parte del circuito Prestigio, dell’Unesco Cycling Tour e di un nuovo circuito che comprende anche la GF Tre Laghi e la GF Zenair. Il contenuto del pacco gara sarà annunciato nelle prossime settimane, anche se di sicuro ci sarà la pregiata bottiglia di vino della Cantina Valpantena personalizzata per la GF Damiano Cunego, un bel gadget tecnico e alcuni graditi omaggi.Le iscrizioni alla 7.a edizione del prossimo giugno sono aperte (max 3.000 partecipanti), e chissà che sotto l’albero si possa trovare (o far trovare) una gradita sorpresa targata GF Damiano Cunego. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito internet della garawww.granfondodamianocunego.it

About The Author

Related posts